Le attività di manutenzione che riguardano le parti elettriche sono particolarmente delicate e soggette anche a verifiche da parte degli Enti preposti. Con.For.T. ha una partnership importante con il gruppo Eurocert che segue tutte le verifiche di messa a terra nei locali seguiti in manutenzione dai tecnici di Con.For.T.

impianti-elettrici

In prima battuta quindi, a parte il discorso illuminotecnico riguardante lo stato di usura e funzionamento di tutte le lampade presenti in un punto vendita o ufficio con la relativa analisi dello stato cromatico (in particolare mantenendo lampade, corpi illuminanti e comandi puliti ed in perfetto stato di conservazione, sostituendo le lampade al termine della loro vita utile, mantenendo in perfetto stato di funzionamento tutte le luci di sicurezza e la relativa cartellonistica, controllando lo stato di conservazione dell’isolamento dei cavi, delle morsettiere, ecc., controllando lo stato delle batterie tampone dei gruppi di emergenza, eseguendo i test di funzionamento) i tecnici di Con.For.T. provvedono sempre ad un censimento minuzioso su tutte le tipologie e caratteristiche riguardanti i corpi illuminanti in modo da poter avere un miglior prezzo tramite l’accordo quadro con Sonepar e contemporaneamente poter approvvigionare per tempo i magazzini ed i furgoni dei tecnici.

Certo poi ogni impianto elettrico va visto nella sua completezza:

  • Corretta messa a terra delle apparecchiature e di tutte le masse metalliche secondo le norme CEI, Verifica della resistenza degli isolamenti degli apparecchi funzionanti a tensione di rete, Pulizia generale ed in particolare delle morsettiere, Controllo dello stato dei contatti mobili, Controllo dell’integrità dei conduttori e dei loro isolamenti, Controllo del serraggio dei morsetti, Controllo del funzionamento e della corretta taratura di tutti gli apparecchi di protezione provocando l’intervento e misurando il tempo necessario per l’intervento stesso, Controllo del corretto funzionamento degli apparecchi indicatori (voltmetri, amperometri,ecc.), Controllo del corretto funzionamento delle lampade spia, Controllo batterie della stazione di energia in corrente continua che alimenta i circuiti di servizio della cabina e del quadro generale, Verifica dei servizi ausiliari – raddrizzatori e batterie, Pulizia generale della cabina consistente in: pulizia dei locali, eliminazione della polvere, eliminazione di eventuali ossidazioni, detergendo con soluzioni appropriate e ripristinando ove previsto l’eventuale strato protettivo, Pulizia dei sezionatori con particolare riguardo alle lame ed alle pinze; lubrificazione delle stesse, degli snodi e delle parti in movimento, controllo dell’olio di lubrificazione degli ingranaggi, Verifica funzionamento della bobina di sgancio degli interruttori M.T. e motorizzazioni, Verifica della equipotenzialità delle parti metalliche verso terra, Verifica su quadro B.T. del serraggio dei cavi provenienti dai trasformatori, Controllo delle pedane isolanti e dei cartelli antinfortunistici, Verifica delle protezioni indirette, Verifica integrità fusibili e lampade di segnalazione, Verifica funzionalità luce emergenza, Misura del valore della resistenza di terra;
  • Sostituzione tubi fluorescenti, Pulizia corpi illuminanti, Verifica funzionale completa, Verifica efficienza dei trasformatori;
  • Controllo livello elettrolita batterie di avviamento, Verifica e stato di carica delle batterie di avviamento, Controllo livello olio nel motore, Controllo livello acqua nel radiatore, Controllo livello combustibile serbatoio giornaliero, Simulazione mancanza rete e funzionamento sotto carico del gruppo, Prova a vuoto avviamento gruppo, Controllo degli allarmi con simulazione dei guasti, Sostituzione filtro gasolio, Sostituzione olio filtro aria e pulizia della vaschetta, Sostituzione olio coppa motore, Pulizia filtro combustibile nella pompa di alimentazione, Lavaggio filtro a bicchiere del combustibile, Sostituzione cartuccia del primo filtro combustibile, Lubrificazione motorino di avviamento, Sostituzione filtro olio, Sostituzione cartucce filtro combustibile, Pulizia iniettori, Sostituzione cartuccia del secondo filtro combustibile, Lavaggio circuito di raffreddamento, Pulizia e verifica stato motorino di avviamento, Ingrassaggio e serraggio morsetti di alternatore.
  • Controllo sull’efficienza dei corpi illuminanti di sicurezza con la scarica pari ad un quarto della autonomia degli accumulatori e loro successiva ricarica, Controllo sull’efficienza dei corpi illuminanti di sicurezza con la scarica completa degli accumulatori e loro successiva ricarica, Controllo centrale di supervisione lampade e gruppi autonomi, Esami a vista, Pulizia generale.
  • Misura della continuità dei conduttori, Misura della resistenza dei dispersori, Controllo serraggio morsetti, Ingrassaggio morsetti dispersori;
  • Verifica telecamere, Pulizia obiettivi, Controllo senso di rotazione;
  • Controllo resistenza di isolamento e messa a terra, Controllo corrente assorbita che deve corrispondere ai dati di targa con una tolleranza del 15%, Pulizia generale del locale che ospita il quadro, eliminazione della polvere, eliminazione di eventuali ossidazioni, Controllo visivo delle apparecchiature di potenza ed ausiliarie, previa apertura delle portelle di protezione anteriori e posteriori, Soffiatura ad aria compressa di tutte le apparecchiature elettriche di potenza ed ausiliarie, Controllo delle parti fisse e mobili degli interruttori, teleruttori e verifica funzionamento, Verifica e serraggio bulloneria e morsetteria, Verifica funzionamento degli interruttori e/o differenziali alle tarature indicate.
  • Porte automatiche è una questione di legge:
  • L’uso di porte scorrevoli e cancelli dotati di sistemi di funzionamento automatici o semi-automatici, è regolamentato da leggi molto restrittive a protezione dell’utente finale, l’utilizzatore ha l’obbligo di far effettuare la manutenzione periodica ed eventualmente la riparazione delle proprie porte automatiche da una azienda abilitata. Le certificazioni di Legge previste per l’impianto automatizzato rimangono valide a condizione che l’impianto di apertura automatica sia sottoposto a manutenzione preventiva con visite periodiche almeno una (1) volta all’anno in ambienti privati, due (2) volte all’anno in ambienti pubblici o industrie
  • Le chiusure automatizzate (commerciali, civili, industriali e pedonali) devono, per decisione della Commissione dell’Unione Europea, rispondere alla Direttiva Macchine (89/392/CEE). Per macchina il DPR 459/96 definisce un insieme di pezzi, di cui almeno uno mobile, collegati tra loro e mossi da energia non dipendente dall’azione dell’uomo quale motori, energia di gravità, molle, ecc. Obblighi derivanti dall’utilizzo di macchine: marcatura CE, libretto uso e manutenzione, valutazione dei rischi.
  • Il Decreto Legislativo EN 81/2008 e s.m.i. sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, obbliga a fare manutenzione a impianti, macchine, dispositivi di sicurezza ecc. introducendo il concetto di regolarità (art. 15.c). Inoltre il 626/94 impone l’immediata eliminazione dei difetti e dei fuori uso che possano in qualche modo pregiudicare la sicurezza (art. 15.z).
  • Il DPR 37/98 del 12.1.98 (art. 5) cita testualmente: gli Enti e i Privati responsabili di attività soggette a controlli di prevenzione incendi, hanno l’obbligo di mantenere in stato di efficienza i sistemi, i dispositivi e di effettuare verifiche di controllo e manutenzione (art. 5.1). I controlli, le verifiche e gli interventi di manutenzione devono essere annotati su apposito registro che deve essere reso disponibile ai controlli (art. 5.2).
  • Il Decreto Ministeriale 10 marzo ‘98 dispone che tutte le porte sulle vie di fuga, le porte tagliafuoco e quelle munite di dispositivi di chiusura automatici, devono essere regolarmente controllate affinché operino in perfetto stato di efficienza (all.6.3.). L’attività periodica di controllo e la manutenzione devono essere effettuate da personale competente e qualificato.