I pannelli per impianti fotovoltaici oggi molto presenti ma non basta installarli, bisogna anche assicurarsi che continuino a fare il loro dovere e per tanto sono necessarie anche in questo caso delle operazioni manutentive che avranno in molti casi l’aggravante di operare in altezza e quindi con tutti gli accorgimenti e le attrezzature necessarie allo scopo.

manutenzione-fotovoltaico

In particolare per questi impianti i tecnici di Con.For.T. tengono in considerazione diverse attività:

  • Ispezione visiva dei moduli montati sul campo FV:
    • verifica integrità delle celle dei moduli
    • verifica integrità delle cassette di retromodulo
    • verifica dello stato dei cablaggi di ogni singolo modulo
    • verifica integrità dei sensori di temperatura ed irraggiamento
  • Pulizia della superficie dei pannelli
  • Verifica dello stato delle strutture di supporto/ancoraggio del campo fotovoltaico
    • Controllo solidità struttura e ancoraggi moduli con eventuale ripristino del serraggio di viti e bulloni
    • Manutenzione dell’inseguitore fotovoltaico secondo lo specifico “Manuale d’uso e manutenzione”
  • Eliminazione della presenza di acqua o umidità o altri liquidi che possono provocare ossidazione di materiali metallici, corrosioni, consolidamento dei depositi di polvere, alterazioni degli isolanti
  • Ispezione visiva dei quadri in CC
    • verifica della perfetta integrità degli scaricatori di tensioni
    • verifica dello stato dei cablaggi del quadro e fra moduli e quadro
  • Verifica strumentale dei quadri in CC
  • Misurare mediante pinza amperometrica ad effetto hall (cc) la corrente erogata dalle stringhe fotovoltaiche
  • Verifica strumentale dei diodi di sottocampo
    • verificare che la caduta di tensione sui diodi sia pari a circa 0,7 V
  • Verifica strumentale dell’isolamento delle stringhe
  • Misura della resistenza di isolamento verso massa per ciscuna delle stringhe del campo fotovoltaico
    • serraggio di viti e delle morsettiere di quadro
  • Ispezione visiva per verificare l’integrità e la funzionalità degli inverter
  • Controllo delle connessioni, della struttura, degli ancoraggi, dei cavi elettrici e delle canalizzazioni.
  • Controllo della buona funzionalità degli inverter secondo le specifiche del costruttore
  • Rimozione con un pennello o una spazzola lo sporco depositato sulle griglie di raffreddamento e sulla parte di dissipazione termica
  • Rimuovere lo sporco depositato sul display utilizzando un panno umido
  • Verifica dell’interruttore differenziale
  • Verifica dell’interruttore differenziale con tasto di prova
  • Verifica dell’interruttore differenziale con strumento
    • serraggio di viti e delle morsettiere di quadro
  • Verifica dell’interruttore differenziale
  • Verifica dell’interruttore differenziale con tasto di prova
  • Verifica dell’interruttore differenziale con strumento
  • Lettura contatore di produzione e contatore di scambio (vedi quadro fondo scheda)
  • Verifica strumentale della continuità elettrica dell’impianto di terra
    • verifica della continuità elettrica dell’impianto di terra tra la struttura ed il nodo equipotenziale di terra
    • verifica della continuità elettrica dell’impianto di terra tra l’inverter ed il nodo equipotenziale di terra
  • Verifica del distacco dell’inverter per mancanza di rete (CEI 11-20)
  • Controllo del sistema di monitoraggio (connessioni elettriche, impostazioni centralina, trasmissione dati impiantistici ed ambientali)
  • Controllo integrità dei cavi elettrici e delle canalizzazioni A
  • Controllo integrità e pulizia degli involucri dei quadri e/o degli armadi
  • Controllo del buon funzionamento del pannello sinottico e lettura dei dati